Arredamento anni 60 tra pop-art, colori fluo e fantasie geometriche

Gli anni sessanta sono anni di rivoluzioni ideologiche e di grandi cambiamenti sociali.  Il benessere e la crescita economica portano allo sviluppo del design industriale che permette non solo di arredare in maniera più funzionale, ma anche di dare spazio alla creatività: le case diventano più confortevoli e più colorate. L’arredamento degli anni ’60 è fortemente ispirato alla Pop Art.

Sotto l’influenza di artisti come Roy Lichtenstein, Claes Oldemburg e Andy Warhol nasce la voglia di dare vita ai prodotti di massa, agli oggetti del quotidiano, alle immagini pubblicitarie e alle foto dei personaggi del cinema e delle televisione.

I colori  abbandonano le tonalità neutre e cupe utilizzate sino ad allora per lasciare il posto a nuances sgargianti come il giallo, il fucsia, l’arancio, il verde, il viola, il blu elettrico e il rosso, che accostate le une alle altre creano un mix esplosivo e divertente. Sono di grande tendenza anche il bianco e il nero che spesso vengono abbinati proprio ad oggetti e pezzi di design  molto colorati. Una soluzione che avrà molto successo sarà quella di dipingere una o due pareti di una stanza con una tinta scura per creare un meraviglioso contrasto con pezzi di arredamento fluo.

I divani subiscono un’autentica rivoluzione, prendono forme sinuose che li rendono simili ad un corpo femminile pieno di curve e vengono realizzati in colori fluo e stampe optical. I tessuti  che li ricoprono sono decorati con motivi geometrici che si sovrappongono in modo da creare delle fantasie completamente nuove che ancora oggi sono simbolo di innovazione e creatività.

I tavoli diventano più ampi e prendono forme ovali o rotonde. Si tratta di tavoli molto colorati ed originali, realizzati per lo più in plastica o in vetro con un supporto di legno. Ma la vera novità degli anni ’60 consiste nella realizzazione dei tavoli richiudibili che hanno un’importante funzione salva-spazio.

Arredo e colori degli anni 60Le sedie più di tutti gli altri oggetti si trasformano in questo decennio, diventano più leggere e più colorate, con uno stile decisamente più giovane. È proprio in questo momento che la plastica, versatile e a basso costo, diventa simbolo di un nuovo stile di arredamento che determinerà l’enorme successo di Kartell, azienda leader del design simbolo della progettualità Made in Italy, che ha scritto la sua storia attraverso un’incredibile serie di prodotti (mobili, complementi d’arredo, strumenti per l’illuminazione e accessori per la casa), che uniscono uno stile estremamente emozionale ad una  durevole funzionalità e ad
un’indiscussa qualità. I colori, le trasparenze, l’ironia e le forme uniche rendono gli oggetti Kartell riconoscibili a prima vista in tutto il mondo, come vere e proprie icone del design contemporaneo.

Durante gli anni ’60 si assiste ad un notevole cambiamento anche dei sistemi d’illuminazione. I designer fanno delle accurate ricerche sulla forma e sull’equilibrio tra le linee; in questo modo nascono lampade innovative dalle linee eleganti ed essenziali. Risale a questo periodo anche l’introduzione di sistemi d’illuminazione decisamente più tecnologici con la possibilità di direzionare la luce e di regolarne l’intensità.

Vengono concepiti proprio in questo decennio molti pezzi iconici del design contemporaneo ancora oggi in

Up5, la vera poltrona anni 60

La celebre poltrona di Gaetano Pesce

produzione. Alcuni esempi: la famosa poltrona Sacco di Zanotta, con la sua forma anatomica che  abbraccia il corpo umano senza costrizioni, è stata disegnata nel 1968; la celebre poltrona Up5 qui a latodisegnata da Gaetano Pesce per B&B Italia nel 1969, che vuole rappresentare l’immagine di una “donna prigioniera con la palla al piede”; la lampada da terra Arco, creata nel 1962 per Flos da Achille e Pier Giacomo Castiglioni, che in tanti anni non ha subito alcuna modifica, eccetto l’adattamento del sistema elettrico alle norme vigenti.


Se siete alla ricerca di pezzi unici di arredamento anni 60, date uno sguardo alla selezione di oggetti di arredamento anni 60 presenti su Spazio900.com

 

Articolo redatto e curato da Adriana Fenzi per Moderndariato & Design
Contatta Adriana Fenzi su Linkedin